Irene Franchini e Giuliano Faletti medaglie mondiali a Robion


L’Italia conclude i Mondiali 3D con sei medaglie, due d’oro e quattro di bronzo. E c'è anche un po' di Piemonte sul podio iridato di Robion, in Francia. Sul gradino più alto è salita Irene Franchini, emiliana di Fiamme Azzurre e Arcieri delle Alpi, in compagnia di Giulia Barbaro e Cinzia Noziglia al termine della prova a squadre femminile. Terzo nel longbow, invece, Giuliano Faletti, originario della provincia di Brescia ma tesserato per gli Arcieri delle Alpi.

Le azzurre hanno vinto la finale contro la Spagna (Garrido Labaro, Merida Moreno, Minyano Mique) con un netto 108-91, aggiudicandosi tutti i parziali con i punteggi di 31-24, 27-21, 29-26 e 21-20. Inarrestabile il percorso del trio italiano, passato attraverso i successi 187-138 ai quarti contro l’Austria (Altenberger, Franz, Wildmann) e 99-82 in semifinale contro la Svezia (Lindblom, Saviluoto, Sodersten). Le azzurre avevano concluso in prima posizione anche la qualifica, con 2331 punti.

La medaglia individuale è come detto di Giuliano Faletti (longbow), che nella finale per il terzo posto ha piegato 35-29 lo svedese Yngve Malmstrom (parziali 8-8, 8-8, 11-8 e 8-5). In precedenza Faletti aveva perso 31-18 la semifinale con il francese Robin Gardeur. Aveva invece concluso al primo posto sia la prima sia la seconda fase eliminatoria, con gli score di 94 e 72, e si era piazzato 14esimo al termine delle qualifiche (627 punti).

Si ferma a un passo dal podio, invece, la squadra maschile formata da Giuseppe Seimandi (Fiamme Azzurre/Arcieri delle Alpi), Alessio Noceti e dallo stesso Giuliano Faletti, sconfitta 119-113 dalla Francia (Gardeur, Jackson, Pauner) nella finale per il bronzo (parziali 29-31, 29-26, 32-30 e 29-26). In precedenza i tre avevano sconfitto ai quarti 192-177 la Svezia (Hansson, Lundmark, Malmstrom) e perso la semifinale per un solo punto (99-98) contro gli Stati Uniti (Martin, Richardson, Smock). In qualifica avevano concluso in terza posizione con 2458 punti.

A livello individuale Giuseppe Seimandi (compound) si è fermato alla seconda fase eliminatoria, chiudendo al quinto posto (75 punti, uno in meno del quarto) e pertanto primo degli esclusi. Analogo piazzamento anche per la compagna di squadra Irene Franchini (compound, 68 punti). Seimandi era risultato terzo alla fine della prima fase eliminatoria (123), la Franchini sesta (112). Entrambi avevano brillato in qualifica; Irene Franchini prima con 935 punti, Giuseppe Seimandi secondo con 967 punti.

Marina Tesio (Arcieri delle Alpi, longbow) aveva chiuso il suo Mondiale all'undicesimo posto della prima fase eliminatoria (49 punti), dopo il secondo posto della qualifiche con 600 punti. Stessa sorte per Enzo Lazzaroni (arco istintivo), 15esimo della prima eliminatoria con 68 punti dopo il decimo posto delle qualifiche con 730 punti.

Tutti i risultati a questo link

Foto FITARCO

 

Il Piemonte vince il Trofeo CONI


Si sono svolte ieri a Senigallia (Ancona) le competizioni di tiro con l'arco del Trofeo CONI, manifestazione giovanile che ha coinvolto oltre 3000 giovanissimi atleti provenienti da tutta Italia e passati attraverso una fase di qualificazione. A conquistare la medaglia d'oro è stata la rappresentativa del Piemonte, terza con la squadra maschile composta da Simone Dezani e Emanuele Candusso (Arcieri Alpignano), decima con la squadra femminile formata da Giulia Di Nardo e Gaia Baron (Arcieri delle Alpi) e prima con il mixed team Simone Dezani-Giulia Di Nardo. Dopo le 24 frecce di qualifica il regolamento della competizione ha seguito quello dei Campionati Italiani di Società: una prima fase a gironi, una seconda fase eliminatoria a gironi, semifinali e finali delle rappresentative delle squadre regionali, con classifica per Regioni.

Negli scontri diretti per il podio della gara a squadre maschile Simone Dezani e Emanuele Candusso hanno perso 6-2 in semifinale contro i laziali degli Arcieri Di Santo Stefano e hanno vinto 5-1 la finale per il terzo posto contro i friulani della Compagnia Arcieri Comons. Il cammino di Simone Dezani e Giulia Di Nardo nel mixed team è iniziato invece agli ottavi di finale; i due piemontesi hanno superato 6-0 la coppia della Calabria, 6-0 la Lombardia e 5-1 la Toscana, prima di imporsi anche in finale, con il punteggio di 6-0, contro il Veneto. Il bronzo è andato al Lazio. Da segnalare, infine, l'organizzazione di gara, a cura della società ASSTA Senigallia in collaborazione con il Comitato Regionale FITARCO Marche.

I risultati completi a questo link

 

Campionati Italiani Targa, le medaglie assolute degli arcieri piemontesi


Si sono conclusi nel pomeriggio a Oderzo (Treviso) i Campionati Italiani Targa e, dopo i numerosi podi conquistati nelle gare di classe (il dettaglio a questo link), gli arcieri piemontesi hanno raccolto diverse medaglie anche al termine degli scontri diretti per l'assegnazione dei titoli assoluti individuali e a squadre. Nell’arco olimpico Marco Morello ha vinto la medaglia d'argento. Il 25enne torinese di Aeronautica Militare e Iuvenilia ha ceduto 7-3 in finale contro Mauro Nespoli (Aeronautica Militare), oro di Londra 2012 nella prova a squadre. Dopo il terzo posto nelle qualifiche e il conseguente bronzo di classe Senior, Morello ha superato 7-1 agli ottavi Paolo Ralli (Arcieri della Francesca), 7-1 ai quarti l'azzurro di Rio David Pasqualucci (Aeronautica Militare) e 6-2 in semifinale Massimiliano Mandia (Fiamme Azzurre). Il bronzo è andato a Marco Galiazzo (Aeronautica Militare), anch'egli campione olimpico a squadre nel 2012 e individuale nel 2004.

Marco Morello è tornato sul podio per la premiazione a squadre, insieme ai compagni di club Amedeo Tonelli e Luca Melotto. Il trio della Iuvenilia si è laureato campione d'Italia battendo 6-2 in finale gli Arcieri Torrevecchia. Dopo il titolo di classe Senior i tre hanno sconfitto 6-2 ai quarti gli Arcieri della Francesca e 5-1 in semifinale gli Arcieri Montalcino. Terzo posto per gli Arcieri Re Astolfo.

Nella prova a squadre del compound femminile sono salite sul terzo gradino del podio Alessia Foglio, Irene Franchini e Chiara Marinetto, portacolori degli Arcieri delle Alpi e vittoriose 226-210 nella finale per il bronzo contro gli Arcieri del Torresin. In semifinale il terzetto piemontese – argento di classe Senior – ha perso 223-212 contro gli Arcieri Tre Torri; ai quarti aveva piegato 208-207 gli Arcieri del Forte.

Arcieri delle Alpi a medaglia anche nel mixed team compound. Irene Franchini e Giuseppe Seimandi hanno superato in semifinale 156-151 gli Arcieri Decumanus Maximus e in finale sono usciti sconfitti 155-152 dal confronto con gli Arcieri Torrevecchia. Argento anche per la Iuvenilia nel mixed team junior dell'arco olimpico. Tatiana Andreoli e Lorenzo Racca hanno superato la semifinale grazie a un bye e hanno perso 5-1 la finale contro gli Arcieri Montalcino.

Tutti i risultati a questo link

F
oto di Ferruccio Berti

 

Campionati Italiani Targa, i titoli di classe



E' cominciato ieri mattina il lungo fine settimana dei Campionati Italiani Targa, in corso a Oderzo, in provincia di Treviso. Nelle prime due giornate sono stati assegnati i titoli di classe di compound e arco olimpico, individuali e a squadre. Per quanto riguarda gli arcieri piemontesi o comunque tesserati per società del nostro Comitato Regionale, ieri si è messa subito in evidenza nel compound Irene Franchini, atleta emiliana di Fiamme Azzurre e Arcieri delle Alpi; con 677 punti ha preceduto sul podio Marcella Tonioli (Arcieri Montalcino, 671) e Giuseppina Parolisi (Arcieri di Rotaio, 670). Prestazione da incorniciare anche per Alex Boggiatto (Ar.Co. Arcieri Collegno), primo nel compound junior con 681 punti, davanti alla coppia del Kappa Kosmos Rovereto composta da Viviano Mior (679) e Jesse Sut (679). Tra gli Allievi la medaglia per il nostro Comitato Regionale porta la firma di Gabriele Torta (Arcieri Clarascum, 657), bronzo alle spalle di Antonio Brunello (667) e Thomas Andreatta (666), entrambi della Kappa Kosmos Rovereto. Sempre nel compound un altro giovane arciere piemontese ha conquistato l'oro di classe. Si tratta di Luca Giacosa, portacolori degli Arcieri Langhe e Roero e primo tra i Ragazzi con 649 punti. Due i podi piemontesi nell'arco olimpico. Aiko Rolando (Ar.Co. Arcieri Collegno) è bronzo tra le Allieve, con 583 punti alle spalle di Giulia Kanitz (595) e Karen Hervat (588), entrambe tesserate per l'A.S.C.A.T.. Giuseppe Coppola ha messo invece al collo l'argento dei Ragazzi con 662 punti, dietro Moises Cortopassi (Arcieri di Rotaio, 665) e davanti a Andrea Arnò (Arcieri di Santo Stefano, 654).

Oggi sono stati assegnati i rimanenti titoli di classe dell’arco olimpico. Tra i Senior Marco Morello (Aeronautica Militare/Iuvenilia, 663) si è piazzato terzo alle spalle degli azzurri Mauro Nespoli (Aeronautica Militare, 666 punti) e Massimiliano Mandia (Fiamme azzurre, 664). Un bronzo anche tra i Master, con Anna Botto (Arcieri delle Alpi, 541) terza dietro a Angela Martino (Arcieri Prince Thomas 1er, 569) e Rita Ponziani (Arcieri di Assisi, 547). Marco Morello è tornato sul podio a squadre con i compagni Amedeo Tonelli e Luca Melotto, che hanno regalato alla Iuvenilia il titolo italiano a squadre di classe Senior. 1883 punti per la società torinese, davanti a Arcieri Torrevecchia (1869) e Arcieri Varese (1794). Iuvenilia campione d'Italia anche tra gli Junior con il terzetto Racca-Riva-Paoli (1681), davanti a Arcieri Orione (1661) e Castenaso Archery Team (1660).

Ieri il Piemonte aveva raccolto altre quattro medaglie a squadre, tutte nel compound. Argento per i Senior degli Arcieri Alpignano (Bauro, Vigliengo, Frassati, 2027), superati soltanto dagli Arcieri Torrevecchia (2035) e davanti agli Arcieri del Roccolo (2013). Secondo gradino del podio per le Senior degli Arcieri delle Alpi (Franchini, Foglio, Marinetto, 1946), alle spalle degli Arcieri Torrevecchia (1979) e davanti agli Arcieri Maremmani (1797). Arcieri delle Alpi campioni d'Italia anche tra i Master con Schiari, Chinotti e Salimbeni (1977), davanti ad Arcieri G.L. D’Appiano (1969) e Arcieri della Chimera (1943). Primi (e unici) tra i Ragazzi gli Arcieri Langhe e Roero (Giacosa, Morino, Russo, 1795).

Tutti i dettagli a questo link
 

Mondiali Para-Archery, un titolo e un bronzo per Elisabetta Mijno


Dal sito www.fitarco.it
Splendida doppietta di medaglie mondiali per Elisabetta Mijno, che torna dall'evento iridato para-archery di Pechino con un oro e un bronzo. L'arciera paralimpica torinese delle Fiamme Azzurre ha conquistato il titolo nel mixed team dell'arco olimpico insieme a Stefano Travisani. I due azzurri hanno dominato la finale contro il Brasile (Cordeiro-Silva Carvalho) vincendo 6-0 con i parziali di 33-23, 32-30 e 34-29. Elisabetta Mijno aggiunge così un altro importante tassello alla sua ricca bacheca, nella quale splendono l'argento dei Giochi di Londra 2012, il bronzo dei Mondiali 2015 e il bronzo del mixed team di Rio 2016, in coppia con Roberto Airoldi. Per il milanese Stefano Travisani si tratta invece del primo podio mondiale, a due sole stagioni dal suo esordio nel tiro con l'arco e alla seconda apparizione con la maglia azzurra. Elisabetta ha poi conquistato un nuova medaglia nella prova a squadre. Con Annalisa Rosada e Veronica Floreno ha superato l’Iran (Delkhosh, Nemati, Rahimi Ghahderijani) in una finale molto combattuta e terminata allo 5-4 (24-18) shoot off. Due volte in svantaggio nel conto dei set (0-2 e 2-4), le azzurre hanno pareggiato in entrambe le occasioni e poi dato il meglio nel momento decisivo.
Tutti i dettagli sui Mondiali a questo link

Foto World Archery
 


Ricerca
Social

Fornitori e Sponsor
Riferimenti

Comitato Regione Piemonte

Via Giordano Bruno 191
10134 Torino
Tel. 011 5613225


Per le comunicazioni al Comitato Regionale:
segreteria@fitarcopiemonte.it


Per le comunicazioni al Presidente Regionale:
odilia@fitarcopiemonte.it


Vedi mappa ingrandita