La storia del Comitato

Piemonte:

lo straordinario è di casa

di Ferruccio Berti  -  Foto dell’autore


Nella foto: il presidente Odilia Coccato

Questo semplice articolo vuole essere una panoramica essenziale sull’operato del passato, del presente e del futuro del Comitato Regionale piemontese, unità periferica della Federazione italiana di tiro con l’arco.

Il Comitato Regione Piemonte nasce nel 1976 e ne prende le redini Antonio Salvatore, il presidente della prima società piemontese, la 01-001 ARCA Arcieri Alpignano, che rimane al comando per i primi quadrienni dando vita ad un fervente movimento arcieristico. Successivamente per altri quattro anni è il turno di Mario Scarzella, ora presidente federale. Nel 1996 Scarzella, lascia l'incarico di presidente di comitato per approdare in consiglio Fitarco. Dal 1996 al 1998 assume l'onere di presidente Walter Farina di Vercelli. Nel 1999 gli subentra, prima come commissario, poi come presidente eletto Odilia Coccato, nostro attuale presidente.

12 anni e 4 quadrienni olimpici sono gli straordinari numeri di Odilia Coccato. Il Comitato Regione Piemonte si identifica completamente nel suo operato, la grande intuizione e la grande capacità nello scegliere i collaboratori è stata l'arma vincente per tutti questi anni di vertice, perché se è straordinaria l’opera del comitato lo si deve anche ad una persona eccezionale: Enrica Carmen Garetto, per tutti questi anni è stata il braccio destro del presidente, sempre in posizione apparentemente defilata ma in prima linea per quanto riguarda l’arte del fare. Enrica Carmen Garetto è allenatrice diplomata ed è il presidente degli Arcieri Iuvenilia, una società che si occupa prevalentemente del settore giovanile con grande successo; questa sua grande esperienza l’ha portata, senza riserve, al comitato regionale, con una dimensione di grande competenza e professionalità.

Nella foto:

Il comitato piemontese è il punto di riferimento per tutte le società piemontesi e non solo, è sempre attento a essere un passo avanti alle richieste della base, “meglio prevenire che curare” si sente spesso pronunciare questa frase dal presidente, in questo modo la percezione dell'arcieria piemontese non è solo “sulla carta” ma sul reale, sulla vera realtà arcieristica dove decisioni e progetti non sono solo fini a se stessi ma portano benefici a tutto il movimento piemontese: agonisti, giovani, base, tutti con lo stesso livello di attenzione.

Ora dopo 16 anni possiamo guardarci indietro e vedere gli effetti della nostra programmazione e dei nostri progetti, possiamo, a ragion veduta, stilare un bilancio con numeri veri. In questo modo ci accorgiamo che lo straordinario è di casa nel Piemonte arcieristico. Possiamo raccontare questi ultimi anni agonistici con freddi numeri, il Piemonte ha vinto tutto, su tutti i fronti e contro tutti. Le quattro vittorie alla Coppa Italia delle Regioni (2005-2007-2008-2009) parlano da sole assieme alle altrettante vittorie ai Giochi della Gioventù.

Nella foto: Marco Morello, Luca Picchio, Stefano Ghiotti

Quest’anno dobbiamo annoverare due imprese storiche, per la prima volta 3 ragazzi del vivaio piemontese salgono sul gradino più alto del podio ai campionati assoluti Targa, sono Marco Morello, Luca Picchio e Stefano Ghiotti e a Visegrad (Ungheria) nel Campionato del Mondo Tiro di Campagna, per gli junior arco olimpico è medaglia d'argento per Marco Morello sconfitto di misura in finale da Jarrod Nicholson (AUS) 48-49 e per Elena Morabito superata da Zoe Gobbels (BEL) 42-44.

Nella foto: la vice-campionessa del mondo Elena Morabito

Negli ultimi 4 anni non dobbiamo dimenticare il World Games, i 3 campionati del mondo e i 3 campionati europei vinti da Giuseppe Seimandi, il campionato europeo vinto da Ferruccio Berti e le straordinarie prodezze delle nostre giovani speranze: Pietro Greco, Iaccarino Stefano, Luca Fanti, Stefania Rolle, Luca Melotto, Mattia Careggio; vincitori di titoli mondiali ed europei giovanili. Lo scorso anno in occasione dell’assemblea federale Giorgio Botto viene nominato tecnico dell’anno 2009 e Piero Mellano arbitro dell’anno 2009.

Nella foto: Michele Frangilli, Silvio Giorcelli, Giuseppe Seimandi

Quali sono, nel concreto, i progetti del comitato piemontese per il 2011? Innanzi tutto i giovani. Il settore giovanile è il fiore all'occhiello del comitato e abbiamo fissato degli obiettivi prioritari: assistere nella loro preparazione i giovani arcieri piemontesi che parteciperanno agli impegni previsti per la rappresentativa regionale nel corso del 2011; mantenere e migliorare sia le loro abilità specifiche che le capacità generali, con programmi di allenamento adeguati ai loro periodi di sviluppo e dell'attività sportiva. Da quattro quadrienni olimpici il Comitato Regione Piemonte si occupa delle giovani promesse con programmi annuali. Nell'ultimo quadriennio in sinergia con gli altri comitati regionali si è dato vita ad un circuito di gare dove le giovani leve partecipano a competizioni, appositamente messe a calendario federale, allo scopo di prepararli ad affrontare le trasferte importanti ed a incontrare atleti di altre realtà. La partecipazione alle suddette trasferte è condizionata al superamento di selezioni che avvengono attraverso gare programmate ad inizio anno. I ragazzi vengono suddivisi in gruppi in base alla loro classe di appartenenza e, accompagnati dai loro istruttori, partecipano a raduni tecnici che il comitato regionale organizza in media una volta al mese per ogni gruppo. Durante questi raduni, i tecnici designati dal comitato regionale in collaborazione con i tecnici che seguono i ragazzi in società, mettono a punto programmi di allenamento, specifici per ogni ragazzo, in modo da migliorarne in primo luogo le condizioni fisiche e successivamente le condizioni tecniche del complesso gesto tecnico del tiro. Lo staff tecnico é composto da Enrica Carmen Garetto (responsabile del progetto), Matteo Fissore (diplomato isef), Antonio Aita (allenatore nazionale), Umberto Bianchi, Rino Massa, Fiammetta Scarzella. I raduni si svolgeranno da dicembre 2010 a giugno 2011 con cadenza mensile. Gli allenamenti cureranno non solo la tecnica, ma anche gli aspetti fisici e psicologici legati al tiro con l'arco e allo sport in genere. Nei periodi che trascorreranno tra i diversi incontri, ai ragazzi verrà proposto un metodo di programma di allenamento, concordato durante il primo incontro, sulla base delle loro esigenze e delle valutazioni effettuate; questo con l'aiuto dei tecnici personali, che rimarranno in contatto con i tecnici regionali per verificare l'andamento della preparazione ed apportare le eventuali modifiche.

Nella foto: la squadra giovanile del Piemonte dopo l'ennesima vittoria

I tecnici incaricati del settore giovanile regionale hanno predisposto le tappe di avvicinamento e di preparazione alla “Coppa Italia delle Regioni” (23-24 luglio 2011).

Trasferte:

30 aprile / 1° maggio          Ugnano (BG)                                   ½ Fita + OR

14 maggio                            Rimini                                                ½ Fita + OR

19 giugno                             Torino                                                ½ Fita + OR

25 giugno                             Pescia (PT)                                      ½ Fita + OR

Gare di osservazione e valutazione tecnica:

15 gennaio                           Asti                                                    18 metri indoor C.R.

17 aprile                                Venaria (TO)                                    Fita

Maggio                                  Piemonte                                          fase provinciale GdG

Maggio                                  Torino                                                fase regionale GdG

 

Straordinari sono pure tutti gli istruttori e i volontari che si mettono a disposizione per fare promozione nelle scuole, nelle fiere e in tutte quelle manifestazioni dove il grande pubblico può venire a contatto con il tiro con l’arco

Nella foto: la garande forza del Piemonte: i volontari!

La preparazione tecnica non si ferma ai giovani. Il Comitato Regionale organizza seminari tecnici di aggiornamento per istruttori e allenatori di tutte le società piemontesi. In Regione abbiamo la fortuna di avere degli allenatori straordinari sia per le loro capacità tecniche, ma sopratutto per la disponibilità a trasmettere ad altri la loro esperienza. Antonio Aita, Ferruccio Berti, Giorgio Botto, Enrica Carmen Garetto, Fiammetta Scarzella, Federica Zacconi tanto da essere richiesti anche in altre regioni.

Il nostro presidente è sempre pronta a dare l'esempio

Nel 2011 sono previste varie trasferte tecnico-agonistiche per gli atleti seniores. Il progetto di preparazione alla Coppa Italia delle Regioni prevede, oltre a seguire tecnicamente gli atleti più appassionati, la partecipazione a gare impegnative e formative dal punto di vista agonistico.

Straordinaria è pure la capacità organizzativa, fiori all’occhiello sono gli ultimi 2 Campionati Italiani Targa a Torino ed Alessandria per non parlare dei Campionati Europei Indoor di Torino 2008. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza la fortissima abnegazione dei volontari piemontesi coordinati da un grande personaggio dell’arcieria italiana, il vicepresidente del comitato regionale, Ardingo Scarzella, per lui il 2011 sarà una nuova immensa scommessa, l’organizzazione dell’evento che per quanto riguarda l’arceria è secondo solo alle olimpiadi: il Campionato del Mondo Targa, gara unica di qualificazione, per tutte le nazioni del mondo alle olimpiadi e paraolimpiadi di Londra 2012.

Gli Europei Indoor di Torino 2008

Questi sono gli ambiti e le competenze dei consiglieri, dei tecnici regionali e dei collaboratori:
formazione quadri, arbitri, progetto scuole, progetto giovani, promozione, settore tecnico giovanile, giochi della gioventù e giochi studenteschi, settore tecnico campagna, settore tecnico compound, settore tecnico arco nudo, settore tecnico olimpico, settore disabili, omologazione campi. E questa è la nostra grande famiglia: oltre a Odilia Coccato e Enrica Carmen Garetto, il vice presidente Ardingo Scarzella, i consiglieri Ferruccio Berti, Umberto Bianchi, Rino Massa e Marco Melotto; gli assidui collaboratori Antonio Aita, Tamara Bertolotto, Giorgio Botto, Caterina Carlino, Matteo Fissore, Maria Pia Martino, Piero Mellano, Enrico Morello, Fiammetta Scarzella, Giuseppe Seimandi, Andrea Tosatto, Federica Zacconi.

Gli istruttori volontari sono sempre a disposizione dei giovani arcieri

Il comitato regionale è sempre disponibile a dare consulenza amministrativa e contabile alle società, gli impegni burocratici con il CONI e con lo stato sono sempre più impegnativi e il comitato si è fatto carico di istruire, con appositi seminari, i presidenti e i segretari di società.

Ed è obbligo infine menzionare gli arcieri piemontesi di tutti i tempi che hanno vestito la maglia azzurra nella Nazionale Seniores di tiro con l'arco in Olimpiadi, World Games, Campionati del Mondo, Campionati Europei:

Nella foto: Seimandi Giuseppe vincitore dei World Games 2009

Bazzarello Daniele, Berti Ferruccio, Biasioli Franca, Botto Anna, Ciampolillo Vincenzo, Da Col Lucia, D’Agostino Katia, Ferrari Giancarlo, Fissore Matteo, Giorcelli Silvio , Greco Pietro, Lops Diego, Maniero Lino, Martin Andrea, Ongaro Luigino, Panico Lucia, Peracino Alberto, Peracino Francesca, Peyrot Nadia, Rivolta Alessandro, Scarzella Fiammetta, Seimandi Giuseppe, Tosco Antonio, Trapani Giovanni. Per il C.I.P.: Mijno Elisabetta e Perna Mariangela.

Nella foto: Mijno Elisabetta (al centro)

I vincitori di titoli Europei o Mondiali seniores:

Berti Ferruccio, Ciampolillo Vincenzo, Panico Lucia, Peracino Alberto, Peyrot Nadia, Rivolta Alessandro, Seimandi Giuseppe, Tosco Antonio.

Nella foto: Berti Ferruccio (al centro), Campione Europeo Seniores 2008

Gli arcieri piemontesi di tutti i tempi che hanno vestito la maglia azzurra nella Nazionale Giovanile di tiro con l'arco in Campionati del Mondo, Campionati Europei:

Agostinetto Loredana, Alciati Alberto, Arnoldi Francesco, Caddeo Debora, Careggio Mattia, Di Michele Luigi, Fabruzzo Francesca, Fanti Luca, Fissore Giuseppe, Gentilucci Davide, Greco Pietro, Melotto Luca, Morano Enrico, Morello Marco, Rolle Cinzia, Rolle Stefania, Rossi Daniele, Scarzella Fiammetta, Seimandi Giuseppe, Vieceli Mattia, Zorzetto Andrea.

I vincitori di titoli Europei o Mondiali Juniores:

Careggio Mattia, Fanti Luca, Greco Pietro, Iaccarino Stefano, Melotto Luca, Rolle Stefania, Seimandi Giuseppe.

Marco Morello, vice-campione del mondo Hunter & Field


Il Sentiero Selvaggio di Venaria Reale Campione Italiano di Società 2010

Il Sentiero Selvaggio di Venaria Reale Campione Italiano CAS CAG Giovanile 2010

La speranza giovanile Mattia Vieceli in azione

Nella foto: Luca Melotto (il primo da sinistra) Campione del Mondo Giovanile

Nella foto: Luca Fanti (al centro) Campione del Mondo Giovanile a Squadre

 
Ricerca
Fornitori e Sponsor
Riferimenti

Comitato Regione Piemonte

Via Giordano Bruno 191
10134 Torino
Tel. 011 5613225


Per le comunicazioni al Comitato Regionale:
segreteria@fitarcopiemonte.it


Per le comunicazioni al Presidente Regionale:
odilia@fitarcopiemonte.it


Vedi mappa ingrandita

Link

 

FITARCO

Federazione Italiana
di Tiro con l'Arco

http://www.fitarco-italia.org/


 

Fita - World Archery

International Archery Federation

http://www.archery.org/


 

EMAU

European and Mediterranean
Archery Union

http://www.emau.org/


 

CONI

Comitato Olimpico
Nazionale Italiano

http://www.coni.it/