Para-Archery European Cup, Roberto Airoldi e Elisabetta Mijno protagonisti a Olbia


Con 5 ori, 4 argenti e 1 bronzo la nazionale italiana di para-archery ha concluso con il primo posto nel medagliere la prima edizione del Para-Archery European Cup Circuit, disputata a Olbia da mercoledì a ieri. Un ottimo test in vista dei prossimi appuntamenti internazionali, primo fra tutti i Campionati Mondiali, in calendario a Pechino dal 12 al 17 settembre. Protagonisti a Olbia anche i due piemontesi che nella scorsa estate hanno conquistato il bronzo alle Paralimpiadi di Rio: Elisabetta Mijno (Fiamme Azzurre/Arcieri delle Alpi) e Roberto Airoldi (Arcieri Cameri).

Le gare individuali
Roberto Airoldi ha vinto la gara individuale dell'arco olimpico superando 6-0 nella finalissima l’ucraino Taras Chopyc. L'arciere di Galliate ha chiuso in vantaggio tutte e tre le volée, senza concedere nulla al suo avversario. Aveva chiuso la qualifica al terzo posto con 605 punti, alle spalle dell'altro azzurro Stefano Travisani (campione italiano la settimana scorsa a Castenaso in finale contro lo stesso Airoldi) e del tedesco Maik Szarszewski. Aveva poi usufruito di un bye agli ottavi di finale e ai quarti aveva sconfitto 6-2 l’ucraino Mykola Halyshych; in semifinale aveva invece piegato con analogo punteggio il russo Sergey Khutakov.

Elisabetta Mijno ha concluso la sua gara individuale al quarto posto, perdendo 6-4 la finale per il bronzo contro la turca Zehra Ozbey Torun. L'arciera torinese aveva terminato la qualifica in quarta posizione con 581 punti ed era acceduta direttamente ai quarti di finale. Qui aveva superato 6-0 l’ucraina Svitlana Shatkovska, mentre in semifinale si era arresa 7-3 contro la turca Nur Merve Eroglu.

Le gare a squadre
I due atleti del nostro Comitato sono poi saliti entrambi sul primo gradino del podio a squadre. Dopo aver concluso al primo posto la qualifica con 1584 punti, le azzurre Veronica Floreno, Elisabetta Mijno e Annalisa Rosada hanno battuto 6-0 in finale le ucraine Dzoba-Balyan, Shatkovska e Zubova. Finale vinta 6-0 contro l'Ucraina anche per Stefano Travisani, Fabio Tomasulo e Roberto Airoldi, che, dopo la qualifica chiusa al vertice con 1839 punti, hanno superato Chayka, Chopyk e Halyshych.

Elisabetta Mijno è tornata da Olbia anche con l'argento del mixed team, conquistato insieme a Stefano Travisani. Nella finale per l'oro i due azzurri si sono arresi alla freccia di spareggio ai russi Barantseva e Khutakov. In semifinale avevano piegato 5-3 l’Ucraina da prima coppia classificata al termine delle qualifiche, con 1212 punti.

L'arciera delle Fiamme Azzurre ha inoltre partecipato al trofeo mixed team, che prevedeva la composizione delle squadre miste con atleti non necessariamente della stessa nazionalità. Le medaglie assegnate al termine della competizione non sono state conteggiate nel medagliere della European Cup. In coppia con Giulio Genovese, Elisabetta Mijno ha vinto il bronzo sconfiggendo 5-1 la coppia Dzoba-Balyan (Ucraina)-Polat (Turchia).

I risultati completi a questo link

Foto World Archery

Ultimo aggiornamento (Lunedì 12 Giugno 2017 07:43)

 
Ricerca
Social

Fornitori e Sponsor
Riferimenti

Comitato Regione Piemonte

Via Giordano Bruno 191
10134 Torino
Tel. 011 5613225


Per le comunicazioni al Comitato Regionale:
segreteria@fitarcopiemonte.it


Per le comunicazioni al Presidente Regionale:
odilia@fitarcopiemonte.it


Vedi mappa ingrandita