Campionati Europei Campagna, piemontesi sul podio in Slovenia



Tre medaglie “piemontesi” brillano tra le dieci conquistate dalla nazionale italiana ai Campionati Europei Campagna, conclusi ieri pomeriggio a Mokrice Catez. Per la terza edizione consecutiva gli azzurri si sono piazzati al primo posto nel medagliere con cinque ori e altrettanti argenti, davanti ai padroni di casa della Slovenia (3 ori e 2 bronzo) e alla Francia (2 ori, 2 argenti e 5 bronzi). Per quanto riguarda gli atleti della nostra regione, hanno vinto l’argento individuale Irene Franchini (Fiamme Azzurre/Arcieri delle Alpi) e Gian Lorenzo Soldi (Arcieri Varian), rispettivamente nel compound Senior e nell’arco nudo Junior. Pluridecorata in varie specialtà e divisioni arcieristiche, in campo nazionale e internazionale, Irene Franchini si è fermata soltanto in finale al cospetto della slovela Toja Ellison, cedendo 68-66 al termine di una lunga battaglia (parziali 17-17, 18-17 16-16 17-16). Era invece al debutto in nazionale Gian Lorenzo Soldi, che ha concluso un ottimo torneo arrendendosi all’ultimo atto contro lo svedese Sebastian Jannson, a segno con il punteggio di 54-43 (parziali 15-10 13-13 13-8 13-12).

Irene Franchini è comunque tornata a casa con una medaglia d’oro, conquistata insieme a Cinzia Noziglia e Jessica Tomasi nella prova a squadre. Il terzetto azzurro si è aggiudicato il titolo superando 64-51 in finale la Germania (Kipferler, Klesmann, Wellner, parziali 18-13 16-11 13-14 17-13). In semifinale le azzurre aveva vinto 56-50 con la Gran Bretagna (Greenwood, Pitman, Seez).
Tornando alle gare individuali, in semifinale Irene Franchini ha battuto 59-58 la francese Tiphaine Renaudin; vi era approdata direttamente al termine della qualifica grazie al secondo posto assoluto, ottenuto con 799 punti. Gian Lorenzo Soldi aveva invece chiuso il round di qualificazione in quarta posizione con 558 punti e nel girone eliminatorio aveva superato 78-48 il romeno Cristian Nedelcu; quindi si era imposto 33-26 in semifinale nel derby contro l’altro azzurrino Alessandro Carassai.


Ai Campionati Europei Campagna di Mokrice Catez hanno gareggiato anche altri arcieri piemontesi. Marco Bruno (Arcieri di Volpiano, compound Senior) è uscito di scena nel girone, sconfitto 99-98 dal lussemburghese Giles Seywert; nella prova a squadre, insieme a Massimiliano Mandia e Eric Esposito, è rimasto ai piedi del podio dopo la sconfitta 54-53 nella finale per il bronzo contro la Francia (Deloche, Jackson, Valladont). Nel compound Senior ha gareggiato anche Giusepppe Seimandi (Fiamme Azzurre/Arcieri delle Alpi), eliminato al termine della qualifica. Nella stessa divisione Junior ha vestito la maglia azzurra Alex Boggiatto (Ar.Co. Arcieri Collegno), entrato nel girone eliminatorio ma fermatosi al secondo incontro contro il compagno di nazionale Luca Pinna.
Girone amaro - nell’arco nudo Senior - anche per Stefania Coppo (Arcieri di Volpiano), superata 78-62 nel secondo match dall’altra austriaca Andrea Payer, e Alessio Noceti (Arcieri delle Alpi), sconfitto 76-72 dal serbo Karoly Koroknay nella terza sfida. Impegnato nell’arco olimpico Senior, infine, Marco Morello (Aeronautica Militare/Iuvenilia), la cui corsa si è arrestate a un passo dalle semifinali contro il croato Matjia Mihalic (96-93).

Risultati completi a questo link

Foto FITARCO